Capurso, rischia la vita in un incidente d’auto: la sera prima aveva bevuto l’acqua della cappella mariana

0
6424

Caso fortuito o provvidenziale, o addirittura un miracolo. La storia che stiamo per raccontare ha dell’incredibile, almeno per le precise dinamiche che sono dietro l’incidente stradale che ha visto coinvolta una giovane donna di Capurso. Maria, nome convenzionale, il 16 agosto del 2017 si era recata presso la chiesetta della Madonna del Pozzo di Capurso  e nella circostanza,  come tanti pellegrini,  aveva bevuto l’acqua del pozzo  artificiale che si trova a due passi dalla parete,  dove il 30 agosto 1705 fu rinvenuta la sacra effige della Madonna. Poche ore dopo, la mattina successiva,  accade quello che la foto riesce a rendere: un incidente di auto. 

Quel giorno – racconta Maria – mi sono recata in cappella a Capurso poiché mi sentivo da tempo giù di morale e bisognosa di pregare, io che prego poco e che non frequento mai la messa domenicale. Ho preso un bicchiere, uno di quelli lasciati lì per i pellegrini e ho bevuto dell’acquaIl giorno dopo sono andata a lavoro, sono entrata nella mia macchina e ho imboccato la SS16 direzione Bari, in prossimità di una uscita  ho perso il controllo del veicolo che è cappottato. Mi sono ritrovata testa giù, conscia che ero ancora viva. Sono riuscita da sola ad uscire dall’abitato e notavo subito che avevo sangue in faccia e qualche ferita,  ma ero viva. Mi hanno con urgenza portata in ospedale dove hanno accertato qualche lesione al volto e leggero trauma alla testa, ma nulla di più grave. Dopo una breve convalescenza sono tornata a fare le mie cose di ogni giornoUn miracolo? Non lo so, quel che è certo – continua Maria – che io il giorno prima a meno di 24 ore dall’incidente sono andata a bere l’acqua di quella cappella, io che in chiesa non vado mai e che tanto meno vivo la mia fede quotidianamente. Sarei potuta morire ma sono viva e ringrazio la Madonna del Pozzo. Mi reco spesso a pregare,  con commozione e tanta riconoscenza”.

Sono tanti gli ex voto conservati nel museo del santuario della Madonna del Pozzo di Capurso, storie e racconti di chi ritiene di essere stato miracolato e di aver ricevuto una grazia.

Come redazione abbiamo voluto raccontare questa storia, lasciando ad ognuno la possibilità di pensare quello che vuole. La fede è un aspetto personale e intimo. La diretta interessata ha voluto dare la propria testimonianza, sicuramente profondamente segnata e cambiata.

Il santuario mariano a Capurso è uno luoghi religiosi più visitati in Puglia e in Italia, la festa liturgica si celebra l’ultima domenica di agosto e a ricordo dell’apparizione della Madonna al sacerdote Domenico Tansella.

Antonio Carbonara

 

Cantine Di Gioia
Stolfa Edilizia
Fumai Costruzioni
Casa Serena Capurso

LASCIA UN COMMENTO